Ad Server

I migliori Ad Server per il 2023

Cos’è un Ad Server?

Un Ad Server non è altro che un software per l’advertising (ospitato su un server), utilizzato da editori ed addetti ai lavori (agenzie creative e web agency) per gestire – end-to-end – l’intero ciclo di vita delle proprie campagne di marketing, dalla programmazione e pubblicazione degli annunci pubblicitari sul web, fino alla generazione di specifici rapporti statistici (impressions, click, CTR) per monitorarne l’andamento complessivo.

In altre parole, un Ad Server, non solo consente di mostrare gli annunci pubblicitari ai visitatori di un sito in base a criteri predefiniti, quali, ad esempio, il tipo di annuncio e l’ora in cui visualizzarlo ma, anche e soprattutto, di stabilire selettivamente su quale specifico sito web o applicazione renderli disponibili.

Hosted Ad Server vs Self-Hosted Ad Server

Gli Ad Server si suddividono, fondamentalmente, in due macro categorie:

Ad Server per inserzionisti (Hosted): queste piattaforme vengono gestite da un provider di servizi di advertising o, più semplicemente, da un intermediario (un’agenzia o un concessionario) che si occupa della relativa raccolta pubblicitaria. Sebbene questi software siano relativamente facili da usare, non richiedano alcuna installazione (si paga un abbonamento ad un servizio), garantiscano aggiornamenti automatici (e, quindi, con alcun impatto sulla continuità del proprio business) ed elevati livelli di velocità ed affidabilità, di contro, tendono ad offrire agli inserzionisti ben poche opzioni per la personalizzazione dei propri annunci (sono sistemi chiusi). Inoltre, cosa non da poco, i dati vengono archiviati dal provider del servizio e, pertanto, non sono interamente sotto il controllo dell’editore.

Ad Server per editori (Self-Hosted): queste piattaforme vengono installate e gestite direttamente dagli editori (Self-Hosted). Sebbene garantiscano un elevato livello di personalizzazione degli annunci ed un controllo completo sui dati e sulle performance delle proprie campagne, questi Ad Server rende indispensabile l’esistenza di particolari competenze tecniche in azienda, sia per la gestione e il caricamento a sistema degli script che per l’installazione di eventuali aggiornamenti del software. Inoltre, non essendo gestiti da un provider, che abitualmente fornisce anche un servizio di assistenza ai propri clienti, eventuali problemi tecnici, dovranno essere gestiti direttamente dall’editore.

Alla base del funzionamento degli Ad Server, ci sono i cosiddetti cookie, piccoli file di testo che consentono di personalizzare i contenuti di un sito web in base agli interessi degli utenti. In pratica, i cookie sono impiegati sia per profilare l’utente, al fine di sottoporgli, in maniera del tutto automatizzata, messaggi promozionali mirati, che per misurare l’efficacia di una campagna promozionale. Sebbene vi siano diverse tipologie di cookie (ad esempio, cookie tecnici o analitici), in questo caso, si parla, più propriamente, di cookie di profilazione, in virtù della loro capacità di analizzare il comportamento di un utente e di fornirgli messaggi promozionali il più possibile personalizzati, ovvero in linea con i suoi specifici interessi.

I migliori 5 Hosted Ad Server

Google Ad Manager

Precedentemente conosciuta come DART for Publishers, questa piattaforma è stata acquistata nel 2008 da Google, che l’ha rinominata, prima DoubleClick for Publishers (DFP), e poi, più recentemente, Google Ad Manager. Grazie alle sue numerose funzionalità, come, ad esempio, una interfaccia utente molto intuitiva, efficaci strumenti di analisi delle prestazioni ed una vasta gamma di opzioni di monetizzazione, Google Ad Manager è senz’altro una fra le piattaforme pubblicitarie più performanti in circolazione.

Kevel

Kevel è un software cloud-based utilizzato per promuovere, mediante annunci nativi, contenuti interni ed elenchi sponsorizzati, qualsiasi tipodi prodotto. Grazie alle sue potentissime API, è possibile ottenere una riduzione di oltre il 90% dei tempi di sviluppo rispetto a quelli necessari per farlo da zero

OpenX

OpenX è una delle piattaforme più longeve ed affidabili in circolazione. Sebbene abbia un costo più elevato rispetto alla media, offre ai propri utenti la possibilità di personalizzare i report delle campagne e di accedere allo storico delle prestazioni registrate degli ultimi 12 mesi.

AdButler

AdButler è una soluzione completa ed efficace, con una serie di funzionalità per professionisti e PMI davvero molto interessanti, quali, ad esempio, Display Ad Server, Programmatic Ad Server, Native Ad Server, Video Ad Server, E-mail Ad Server, Mobile Ad Server, API Ad Server.

Exads

Exads è potente e facile da usare, considerata, sia dagli inserzionisti che dagli editori, una tra le soluzioni più affidabili in circolazione. La piattaforma è completamente personalizzabile: è possibile caricare il logo della propria azienda ed utilizzare un dominio unico per la pubblicazione dei propri annunci.

I migliori 4 Self-Hosted Ad Server

OIO Publisher

OIO Publisher è un software sviluppato in PHP, che consente agli utenti di pubblicare annunci su qualsiasi sito web. Può essere installato direttamente oppure come plugin di WordPress.

Campaign Manager 360

Campaign Manager 360 è un sistema di gestione degli annunci cloud-based, utilizzato sia dagli inserzionisti che dalle agenzie di marketing. Consente di gestire agevolmente le proprie campagne promozionali su siti web e dispositivi mobili. Fornisce un set di utilissime funzionalità per la pubblicazione degli annunci, il targeting ed il reporting.

Revive Adserver

Revive Adserver è una soluzione gratuita ed open source che consente a publisher, agenzie ed inserzionisti di pubblicare annunci su siti web, app e piattaforme video, raccogliere i dati di performance delle campagne e definire agevolmente le regole per la delivery degli annunci.

Sizmek

Sizmek Ad Suite è un Ad Server globale e multicanale utilizzato per la creazione, la pubblicazione, la personalizzazione, la misurazione e l’ottimizzazione delle campagne pubblicitarie. Offre ai propri clienti un controllo totale sui propri contenuti creativi, al fine di coinvolgere segmenti di pubblico con annunci rilevanti e di impatto.


Pubblicato

in

da

Tag: